attività consigliate dall'agriturismo

L'agriturismo Tenuta Sant'Andrea offre ai suoi ospiti numerose attività che si possono svolgere sia in agriturismo sia all'esterno, scoprendo il bellissimo Salento.

In base alla stagione si organizzano corsi di cucina con ricette tradizionali o tematiche; in estate ci sono corsi di nuoto; e poi passeggiate a cavallo o in bicicletta. 

All'interno dell'azienda è stato realizzato un affascinante itinerario naturalistico percorrendo il quale si possono osservare importantissime piante spontanee e bellissimi olivi secolari. E poi organizziamo giornate di animazione ambientale e tante altre attività per scoprire, conoscere e incuriosirsi alla scoperta dell'azienda e del Salento.


Attività in agriturismo

Attività all'esterno



Escursioni alle Grotte del Salento

Lungo tutto il tratto di costa che da Otranto arriva a Santa Maria di Leuca sono presenti innumerevoli e meravigliose baie e grotte.

Acqua turchese, scogliere a picco ed una lussureggiante macchia mediterranea vi faranno rimanere a bocca aperta.

 

Nel 2006 è stato istituito il Parco naturale regionale Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase allo scopo di tutelare un patrimonio naturalistico irripetibile, d’altissimo valore scientifico-culturale.

 

Noi possiamo organizzare le vostre escursioni in barca per scoprire alcune delle più belle e famose grotte, ricche di storie e di tradizioni; si potrà fare il bagno in specchi d'acqua limpida e, nuotando, si potranno visitare le grotte al loro interno.

Di seguito indico solo alcune delle più belle baie e grotte che si possono visitare; ma ce ne sono tantissime.

 

Grotta di Ortocupo: è una grotta semisommersa, vi si può accedere per via sottomarina. La porzione più interna è anche chiamata “Grotta del Soffio” a causa degli spruzzi d'acqua che qui si trovano; in questo punto convergono acqua salata e acqua dolce.

Grotta delle Tre Porte:  il nome richiama il monumentale ingresso a 3 accessi, che sembra stagliarsi nel mare come il passaggio verso un altro mondo. 

Grotta delle Vore: in realtà sono due grotte di diversa grandezza, in cui, a mare calmo, si può accedere per oltre 60 metri. Il nome è dato da un foro (vora, appunto) sito nella parte superiore della volta della grotta, a circa 50 metri di altezza.

leggi di più 0 Commenti

Orte - Palascia

La Baia dell'Orte è una delle più belle spiaggia d'Italia, lo dice anche Legambiente che, nel 2015, ha visto classificare al terzo posto nel contest "La più bella sei tu" la splendida baia salentina.

Tenuta Sant'Andrea non può non incentivare la scoperta di questo luogo.

Si è pensato allora di progettare una bella passeggiata che dall'Orte arriva fino alla Palascia, il punto più ad est d'italia, passando attraverso l'ormai celeberrimo laghetto di bauxite.

Fauna e flora tipiche della macchia mediterranea, paesaggi mozzafiato fanno da cornice a questo itinerario che si può fare anche in mountain-bike.

leggi di più 0 Commenti

I megaliti e la Serra di Giuggianello

Una bellissima e interessante passeggiata alla scoperta della storia, della cultura e del paesaggio.

Il percorso inizierà e terminerà nella Tenuta e le guide, esperte e professionali, vi accompagneranno illustrando le tipicità dei luoghi.

La collina dei fanciulli e delle ninfe, il casale delle Quattro macine, Dolmen, Menhir e poi gli affascinanti Massi della Vecchia.

I tratturi di campagna con i tipici muretti a secco e gli olivi secolari faranno da contorno ad un'escursione facile e non impegnativa.

L'inizio dell'escursioni è alle 9:30 se si fa a piedi, alle 10:30 se si va con la bicicletta.

leggi di più 0 Commenti

Itinerario naturalistico e campagnolo

PASSEGGIATA LUNGO UN PERCORSO NATURALISTICO ALLA SCOPERTA DI PIANTE SPONTANEE E DELLA BIODIVERSITÀ.

L’azienda agricola Tenuta Sant’Andrea è condotta con criteri mirati a conciliare la conservazione di ambienti naturali accanto a produzioni agricole ecosostenibili.

Sulla base di quest’impostazione da anni Maurizio ha avviato un progetto denominato “Progetto Azagà”.

L’acronimo che dà il nome al progetto è derivato da Aziende Agricole Ambientate e fa riferimento, in poche parole, all’intenzione di coniugare la produzione agricola con la conservazione dell’ambiente naturale e del paesaggio. Infatti l’agricoltura convenzionale è inquinante e, almeno finora, ha completamente trasformato se non annullato gli ecosistemi naturali e gli aspetti paesaggistici del territorio. Noi riteniamo che questa tendenza possa essere rivisitata in maniera molto semplice e cioè destinando, dell’intera superficie aziendale, parte alle produzioni economiche e parte alla “naturalità”.

A Tenuta Sant'Andrea per ogni 100 parti di superficie destinate all’agricoltura (biologica) abbiamo per ora destinato 30 – 50 parti a boschi-fasce alberate e porteremo la proporzione a 1 : 1.

Il desiderio di divulgare questo progetto ha fatto nascere nella nostra azienda l’Itinerario naturalistico e campagnolo nel cuore del Salento

Una scampagnata alla scoperta della diversità biologica in ecosistemi agrari e naturali, fra piante spontanee della flora mediterranea, animali campagnoli d’affezione e tradizioni locali, nell’ambiente sano dei paesaggi rurali del Salento.

Tranquille passeggiate in sentieri boscosi, stradine fra campi coltivati, praterie, macchie, garighe, boschi, zone umide, oliveti secolari... seguendo itinerari studiati espressamente per visite scolastiche, turisti e semplici curiosi.

Percorsi guidati in grado di fornire discretamente e in maniera semplice, divertente e puntuale, molte delle informazioni necessarie a conoscere le forme viventi nel territorio, la storia dei luoghi e soprattutto le relazioni che legano fra loro le innumerevoli componenti dell’ambiente.

Per conoscere, capire, apprezzare e sostenere la biodiversità.

leggi di più 1 Commenti

GIRONZOLA NEI DINTORNI

L’azienda agricola Tenuta Sant’Andrea si trova nel cuore del Salento a pochissima distanza da bellissime località marine e da centri storici dell’entroterra pieni di storia e tradizione.


Santa Maria di Leuca dista circa 45 km e consigliamo di raggiungerla percorrendo la splendida litoranea che partendo da Otranto, attraversa alcune delle più belle località balneari del salento (Porto Badisco, Santa Cesarea Terme, Castro).

Il 15 di agosto si festeggia la Madonna di Leuca. Tale ricorrenza attira migliaia di persone che aspettano la partenza della processione di mare e lo spettacolo pirotecnico.


Faro di Santa Maria di Leuca
Faro di Santa Maria di Leuca

Otranto: il ponte tra l’oriente e l’occidente, il punto più ad est d’Italia dove si vede, per primi, l’alba di ogni giorno.

Il tipico centro storico è una bomboniera; antico centro bizantino e poi diventato aragonese; attraversandolo si rivivono momenti di storia. La bellissima Cattedrale e la Chiesa di San Pietro meritano di essere visitate.

D’estate il 14 agosto si festeggiano i SS. Martiri.

Lecce, definita la Firenze del sud. Il centro storico è ricco di chiese di stile Barocco. Santa Croce e il Duomo, l’anfiteatro greco ed il Castello Carlo V. I negozi ed i locali di tendenza.

Meritano una passeggiata Castro Marina, Santa Cesarea Terme, due splendide località marine.

Nell’entro terra non possono mancare delle visite nel vicinissimo centro storico del comune di Muro Leccese, con il bellissimo Palazzo del principe, oppure il Castello di Corigliano d’Otranto.

leggi di più 0 Commenti

MURO LECCESE

Il Palazzo è stato edificato nella prima metà del secolo XVI su una vecchia preesistenza medievale, una fortificazione databile alla fine del XV secolo che cingeva molto probabilmente tutto il borgo medievale. Nella zona nord del Palazzo è stato portato alla luce un fossato profondo circa quattro metri , ricavato nella roccia, e un tratto di muratura con il toro, caratteristica modanatura a tondino delle fortificazioni militari della fine del XV secolo. Inoltre, nel cortile del Palazzo, adiacente alla fortificazione, è stato individuato un viottolo in cui erano ricavati nella roccia delle fosse granarie di splendida fattura.

Il borgo antico , denominato "Terra" , è costituito da un agglomerato di piccole costruzioni distribuite lungo un dedalo di viuzze. Il Palazzo del Principe, che i muresi sino alla metà dell'ottocento chiamavano "Castello", insieme al borgo "Terra" costituivano sicuramente l'antico borgo fortificato mediovale di Muro Leccese.

Il palazzo dei principi feudatari di Muro Leccese, come oggi si presenta, è una splendida costruzione che presenta una facciata austera su piazza dei Popolo, arricchita da un portale con lo stemma dei Protonobilissimo (un dragone), da finestre e balconi di gusto rinascimentale. Nel tempo ha subito non poche trasformazioni, non ultima la sovrapposizione sulla facciata della struttura che regge il balcone al primo piano. Il palazzo, di recente restaurato, è destinato in parte a sede comunale e per il resto a contenitore culturale e a museo dove raccogliere sia i reperti medievali che quelli provenienti dall'antica città messapica, qui esistita fra il IV e il Il secolo a.C.


leggi di più 0 Commenti