Le Pittule

Le Pittule sono un piatto tipico della tradizione popolare e normalmente venivano mangiate il 7 dicembre, per la vigilia dell'Immacolata.

Oggi si mangiano spessissimo e fanno parte dei classici antipasti dei migliori ristoranti e trattorie del Salento.

Anche il ristorante di Tenuta Sant'Andrea le serve e vanno a ruba.

Sono semplicissime da fare e la ricetta che di seguito sarà riportata è presente anche nel libro "La cucina di Tullia" che raccoglie le più importanti ricette dell'agriturismo.

INGREDIENTI PER 20 PERSONE Kcal Kj
g 1000 di farina di frumento 00 3.400 14.226
g 8 di lievito di birra 7 31
acqua    
sale q.b.    

a preparazione

a persona

3.407

170

14.256

713

  • Mettere in un bicchiere due dita di acqua tiepida e sciogliere il lievito di birra.
  • Versare la farina in una coppa, metterci un po' d'acqua, il lievito sciolto e il sale; lavorare energicamente con le mani, aggiungere altra acqua fino ad ottenere un impasto morbido. Continuare a lavorare girandolo con le dita della mano come se la stessa fosse una frusta.
  • Coprire l'impasto e lasciare lievitare per due-tre ore lontano dalle correnti e in un posto tiepido.
  • Portare l'olio nella friggitrice a 170° C.
  • Raccogliere nella mano asciutta un po' di impasto e staccare da questo, con un cucchiaino bagnato con dell'acqua, una pallina che si farà cadere nell'olio. Proseguire con lo stesso procedimento fino ad esaurire la pasta.
  • Friggere fino a doratura, sgocciolare.
  • Portare in tavola le pittule ben calde.